Archivi categoria: Attualitá turismo

Parco naturale della Maremma: scopriamolo insieme!

Standard

Considerato come il parco naturale più caratteristico della Toscana e dell’Italia, il parco naturale della Maremma, chiamato anche parco dell’Uccellina per via dei monti che ne fanno parte, è un area protetta che si estende per circa 9800 ettari dalla pineta del Tombolo di Principina a Mare fino a sud al promontorio di Talamone.

parco-naturale-maremma

L’ecosistema più vario della toscana

Il Parco Naturale della Maremma è in gran parte occupato dai Monti dell’Uccellina, alture che raggiungono fino i 420 metri sul livello del mare e che nella parte meridionale scendono a picco sul mare creando delle incantevoli calette isolate, come la Cala di Forno. Al contrario, nella parte nord del parco, si estendono lunghe spiagge, tra le più famose ricordiamo quella di Marina di Alberese e la spiaggia di Collelungo.

 

Un vero e proprio mosaico di ecosistemi rende il parco naturale della Maremma unico nel suo genere, grazie ai tipici ambienti naturali e selvaggi della Maremma, il mare, i Monti dell’Uccellina, il tratto finale del fiume Ombrone e laPalude della Trappola, lo rendono uno dei parchi più caratteristici della regione Toscana. Qui ovviamente c’è un altissima presenza della macchia mediterranea nonostante le situazioni climatiche differenti, si presentano infatti il clima tipico mediterraneo, quello subdesertico e quello continentale tutti e tre si manifestano attraverso la varietà della flora e della fauna.

 

Tutto il territorio del parco naturale della Maremma è circondato da alcune torri di avvistamento, le quali facenti parte ad un sistema di avvistamento e di difesa di alcune fortezze, come quelle di Castiglione della Pescaia e Talamone. Qui era presente il Castello di Collecchio, della famiglia dei Marsili di Siena uccisi dai pirati Saraceni del Barbarossa; ciò che rimane del castello è la torre della Bella Marsilia. Infine, poco distante dalla Torre dell’Uccellina si trovano i ruderi dell’Abbazia di San rabano del XII secolo.

 

La degustazione dei prodotti locali

All’interno del centro visite di Alberese è presente una sala di degustazione dove è possibile assaggiare i prodotti locali come vino, salumi, dolci, conserve, olio e formaggi fatti senza alcun tipo di conservante, il che gli conferisce un sapore naturale e originale.

 

Se siete particolarmente amanti dei prodotti toscani allora perché non acquistarli attraverso i siti internet delle aziende agricole toscane? Alcune di questa infatti si occupano anche della vendita di birra online, di salumi, formaggi, vini, carni e tantissimi altri prodotti di origine toscana.

Vola in Val d’Elsa per un vacanza alla scoperta dei piaceri della Toscana

Standard

Ideale sia per programmare un soggiorno con tutta la famiglia che per un weekend romantico con prenotazione last minute, la Val d’Elsa è una delle destinazioni più consigliate dalle guide internazionali per andare alla scoperta delle meraviglie toscane.

san-gimignano-val-d-elsa

La zona è strategica sia per visitare città d’arte che attirano visitatori da tutto il mondo, come Firenze, Pisa e Siena, sia per raggiungere gli incantevoli borghi medievali di Montaione, Volterra, San Giminiano e San Miniato.

La scelta migliore per tenere a portata di mano tutte queste destinazioni è trascorrere le vacanze in Toscana presso un’azienda agricola o in un’accogliente casa vacanza, comoda per visitare il cuore della regione. Generalmente questi complessi turistici sono casali dell’inizio del secolo scorso ristrutturati per offrire tutti i comfort di un’accoglienza di lusso, pur mantendo l’armonia con le bellezze del contesto naturale che li circonda.

Passeggiate ed escursioni in mountain bike o a cavallo fra i colori delle colline della meravigliosa campagna fiorentina saranno la scusa perfetta per riposarsi sostando presso uno dei tantissimi ristoranti e locande della zona, dove abbandonarsi alla degustazione dei prodotti tipici del territorio.

Fra i vantaggi di un soggiorno in azienda agricola non va infatti trascurata la possibilità di approfittare di un ricchissima offerta enogastronomica: frutta e verdura di stagione coltivate in fattoria, olio extra vergine di oliva di altissima qualità, oltre alle diverse varietà di vino acquistabili in cantina, dai rossi del Chianti, ai bianchi toscani, al celebre Vinsanto.

Vacanze sicure in Sardegna

Standard

Vacanze sicure sia in spiaggia che durante la navigazione, è questo l’obiettivo degli amministratori e degli operatori turistici della Sardegna per l’estate 2013. Ecco perché sono stati preparati e diffusi circa 150mila opuscoli informativi nei quali sono in sostanza riassunti gli obiettivi di “Sicuri al mare/Sicuri in barca in Sardegna”, una iniziativa promossa per il secondo anno consecutivo dall’assessorato regionale del Turismo in sinergia con le Direzioni marittime del Nord e del Sud Sardegna, indirizzata a tutti i turisti.

Una iniziativa che evidenzia ancora una volta l’importanza che la sicurezza ricopre sia per il comparto ricettivo, quindi per hotel, sia per quanto concerne i trasporti, riferendosi quindi sia ai traghetti per la Sardegna sia alle imbarcazioni private.

Tra le novità più importanti di quest’anno c’è da segnalare la copertura totale del perimetro delle coste sarde, grazie alla cooperazione tra la Direzione marittima del Sud Sardegna e del Nord Sardegna. Per promuovere la cultura della sicurezza saranno inoltre distribuiti più di 150mila flayers promozionali nei quali sono illustrati una serie di consigli molto utili per tutti i bagnanti, relativi ai comportamenti da tenere in spiaggia e in mare.

Sicuri in barca Sardegna.jpg_650L’assessore al turismo Luigi Crisponi, ha così commentato l’iniziativa:

“Prevenzione e accoglienza garantite dall’attenta e capillare attività di vigilanza delle Direzioni marittime, sono i cardini dell’iniziativa; intendiamo offrire maggiore sicurezza cosicché bagnati e diportisti possano godere delle bellezze naturali della Sardegna con serenità. Si tratta di un’azione sinergica che si traduce materialmente in un vademecum di comportamenti e di regole da tenere per la balneazione e la buona navigazione: un’ideale stretta di mano verso i nostri ospiti, un concentrato di suggerimenti e di buon senso”.

Il comandante della Direzione Marittima del Sud Sardegna, Vincenzo Di Marco, ha poi aggiunto:

“Senso civico e rispetto degli altri e, soprattutto, di sé uniti alla capillare divulgazione di informazioni in merito alla sicurezza in spiaggia e in mare, sono decisive nell’ambito dell’attività che dobbiamo assicurare: la prevenzione, infatti, vale almeno il 50% dell’efficacia del nostro lavoro. La stretta collaborazione con la Regione ci vede attivamente partecipi non soltanto nella divulgazione di informazioni, ma anche nell’attività di accoglienza e ‘formazione’ di chi usufruisce in vari modi del mare”.

La sicurezza sia in spiaggia che in barca saranno quindi la priorità per la Sardegna che, non a caso, è stata eletta dai turisti stranieri come la regione più sicura d’Italia.

 

Aspettando lo Sziget Festival 2013

Standard

Mancano pochi giorni all’edizione 2013 dello Sziget Festival, manifestazione musicale che  da 21 anni si svolge sull’isola di Obuda, vicino a Budapest.

Il festival, dotato di ben 60 palchi,  è un punto di incontro di diversi generi musicali:  rock, pop, blues, folk, etc.

La manifestazione anche quest’anno durerà  7 giorni, dal 5 al 12 agosto e si susseguiranno sui vari palchi artisti di fama internazionale: Skunk Anansie, Nick Cave and the Bad seeds, Blur, Ska-P, Afterhours e tanti altri.

L’aria dello Sziget Festival è cosmopolita e multiculturale, riuscendo così in pochi giorni  a radunare migliaia di giovani provenienti da tutta Europa (e oltre).

Le strutture ricettive son ampiamente collaudate: dall’Italia 14 pullman partono il 4 agosto  dalle maggiori città italiane e sull’isola sono stati attivati servizi di camping per accogliere l’ingente flusso turistico.

Siete ancora in tempo ad acquistare il vostro biglietto (entro il 4 di agosto) ed avere così accesso al paese dei balocchi musicale!

foto-home-page-27-marzo-2013

Come pubblicizzare al meglio un sito turistico?

Standard

Semplici e pratici consigli per ottimizzare al massimo un blog o un sito di viaggi.

Le imprese del terziario, soprattutto se dedicate al turismo, conoscono l’importanza della presenza in rete, essenziale per attirare e fidelizzare il maggior numero di utenti possibile.

Perchè un sito turistico promuova in maniera efficace il prodotto o servizio offerto, dovrebbe fare attenzione a semplici ma, essenziali, punti  che garantiscano una corretta veicolazione del messaggio ed un buona usabilità per la navigazione.

slide_viaggi

In primo luogo, il nome del dominio e della pagina deve essere accativante ma al tempo stesso inerente all’offerta proposta per essere facilmente indecizzato dai motori di ricerca. Per esempio: “vacanze ideali “ nel caso di un’agenzia specializzata in pacchetti vacanze o il nome dell’albergo o della struttura nel caso si tratta di un’attività di questo tipo.

I testi delle pagine devono essere molto descrittivi, ricchi di dettagli sulle strutture ricettive e sulle attività da svolgere nel territorio. È buona norma offrire ai propri clienti quante più informazioni possibili affinché rimangano nel sito e siano invogliati a comprare il prodotto, non sentendo l’esigenza di continuare la ricerca.

Un’altro elemento fondamentale sono le immagini: un sito con una ricca galleria di foto è fondamentale per trasmettere fiducia e serietà al proprio pubblico obiettivo. Le fotografie sono, inoltre, l’elemento complementare del testo e rendono la visita al sito più interessante.

Per ultimo, per promuovere la pagina nella rete una tecnica economica ed efficace è l’iscrizione ad un network di affiliazione. Il marketing di affiliazione consiste nel pubblicare banner pubblicitari e annunci, principalmente di tipo pay per click, in pagine web mirate. Si paga solo per i risultati ottenuti,di conseguenza , questo tipo di pubblicità è in grado di garantire un buon margine di guadagno a fronte di una spesa minima.

Fonte dell’articolo: http://www.paypublicity.it

A Firenze si organizza un corso per diventare reporter di viaggio

Standard

A Firenze non manca certo una grande tradizione legata al turismo, trattandosi di una delle città italiane più amate dai turisti stranieri e non. Ed è proprio in omaggio a questa tradizione  che il prossimo giugno si terrà un corso dedicato, appunto, alla fotografia e alla redazione di viaggi.

Un workshop pienamente in linea con il ”Festival del viaggio” che vedrà realizzata la sua seconda edizione proprio a giugno del 2011.  La presentazione dell’evento che ha visto la partecipazione della stampa ed ell’assessore al Turismo della Provincia di Firenze, Giacomo Billi, il direttore del Festival del Viaggio, Alessandro Agostinelli, e Ugo Di Tullio, presidente della Fondazione Sistema Toscana Mediateca, lascia ben sperare sull’evolversi dell’iniziativa.

Il prossimo passo, infatti, sembra essere l’apertura di una vera e propria “Scuola del viaggio” a Firenze, grazie alla quale impulsare anche il viaggio in uscita.

Non solo voli, ma anche crociere

Standard

Non sono solo i voli a basso costo l’opzione per una vacanza speciale. Le crociere, infatti, offrono un’alternativa più che appetitosa per le prossime vacanze estive.

Ad aiutarci ad organizzare un viaggio a tutto tondo si impegna ora Costa Crociere con la sua nuova nave ammiraglia che salperà da Venezia il 4 luglio 2011 verso 7 giorni da sogno nel Mediterraneo Orientale per poi da novembre cambiare rotta, questa volta verso i mari del Golfo Arabo.

Si tratta di una nave all’insegna del Made in Italy. Disegnata e creata interamente da Fincantieri. Indubbiamente un gioiello della creatività e del gusto italiano in cui si contraddistinguono gli spazi esterni, ma anche la tecnologia all’avanguardia e il design nostrano, oltre al servizio impeccabile, il tutto per una vacanza da indimenticabile.