Archivio dell'autore: rsaronno

Parco naturale della Maremma: scopriamolo insieme!

Standard

Considerato come il parco naturale più caratteristico della Toscana e dell’Italia, il parco naturale della Maremma, chiamato anche parco dell’Uccellina per via dei monti che ne fanno parte, è un area protetta che si estende per circa 9800 ettari dalla pineta del Tombolo di Principina a Mare fino a sud al promontorio di Talamone.

parco-naturale-maremma

L’ecosistema più vario della toscana

Il Parco Naturale della Maremma è in gran parte occupato dai Monti dell’Uccellina, alture che raggiungono fino i 420 metri sul livello del mare e che nella parte meridionale scendono a picco sul mare creando delle incantevoli calette isolate, come la Cala di Forno. Al contrario, nella parte nord del parco, si estendono lunghe spiagge, tra le più famose ricordiamo quella di Marina di Alberese e la spiaggia di Collelungo.

 

Un vero e proprio mosaico di ecosistemi rende il parco naturale della Maremma unico nel suo genere, grazie ai tipici ambienti naturali e selvaggi della Maremma, il mare, i Monti dell’Uccellina, il tratto finale del fiume Ombrone e laPalude della Trappola, lo rendono uno dei parchi più caratteristici della regione Toscana. Qui ovviamente c’è un altissima presenza della macchia mediterranea nonostante le situazioni climatiche differenti, si presentano infatti il clima tipico mediterraneo, quello subdesertico e quello continentale tutti e tre si manifestano attraverso la varietà della flora e della fauna.

 

Tutto il territorio del parco naturale della Maremma è circondato da alcune torri di avvistamento, le quali facenti parte ad un sistema di avvistamento e di difesa di alcune fortezze, come quelle di Castiglione della Pescaia e Talamone. Qui era presente il Castello di Collecchio, della famiglia dei Marsili di Siena uccisi dai pirati Saraceni del Barbarossa; ciò che rimane del castello è la torre della Bella Marsilia. Infine, poco distante dalla Torre dell’Uccellina si trovano i ruderi dell’Abbazia di San rabano del XII secolo.

 

La degustazione dei prodotti locali

All’interno del centro visite di Alberese è presente una sala di degustazione dove è possibile assaggiare i prodotti locali come vino, salumi, dolci, conserve, olio e formaggi fatti senza alcun tipo di conservante, il che gli conferisce un sapore naturale e originale.

 

Se siete particolarmente amanti dei prodotti toscani allora perché non acquistarli attraverso i siti internet delle aziende agricole toscane? Alcune di questa infatti si occupano anche della vendita di birra online, di salumi, formaggi, vini, carni e tantissimi altri prodotti di origine toscana.

Annunci

Tempo di vacanze? Ti sveliamo il segreto della valigia perfetta

Standard

Come fare la valigiaQuando si avvicina il momento di partire per le meritate vacanze, si presenta puntuale il problema degli oggetti e dell’abbigliamento da portare in viaggio. Preparare correttamente una valigia richiede esperienza e impegno.

In base al tipo di luogo che si va a visitare, saranno richiesti determinati indumenti e accessori adatti.

La prima cosa da fare è quella di stabilire cosa sia veramente necessario per la vacanza, creando una lista e scegliendo un abbigliamento che possa adattarsi a più situazioni, onde evitare di portare cose che risulterebbero inutilizzate. È decisamente superfluo mettere in valigia un cappotto per andare in vacanza al mare, ma è bene evitare di portare esclusivamente costumi, bermuda e infradito. Un cappello è sempre bene tenerlo a portata di mano, specialmente quando si visitano luoghi molto soleggiati.

Scelti gli oggetti da portare, il secondo step è quello di disporli sul letto. I capi d’abbigliamento vanno piegati e alcuni di essi, come felpe e magliette, possono essere arrotolati per occupare meno spazio e rimanere perfettamente stirati.

Il fondo della valigia è adatto per riporre gonne e pantaloni. Sopra di essi vanno collocate giacche, camicie e t-shirt. Le calze possono essere inserite nel collo delle camicie. Le scarpe vanno conservate in sacchetti, utilizzandone uno per ogni paio. La loro collocazione più adatta è nella parte opposta rispetto alla maniglia.

Leggi il resto di questa voce

Una valle dove il benessere è di casa.

Standard

Wellness è una di quelle parole che sentiamo spesso, anche se ha volte non ne comprendiamo il senso pieno. Il termine è un neologismo – anche se non tanto neo visto che risale al 1959 – estensione ed evoluzione del termine fitness, che ne amplia il significato e ne da un senso più preciso. Mentre fitness indica la forma fisica, l’idoneità all’attività fisica, Wellness scende più nel particolare, definendo che il benessere passa attraverso la forma fisica, la salute mentale e una buona alimentazione. I primi a capire l’importanza del benessere inteso come salute fisica per una vita migliore, furono i latini con la locuzione mai troppo abusata “mens sana in corpore sano”.

wellness valley technogym

L’importanza di promuovere questo stile di vita è un fatto riconosciuto universalmente e numerose iniziative vengono fatte in questo senso. Era il 2002 quando il padre fondatore di Technogym, Nerio Alessandri, inaugurò la Wellness Foundation, una organizzazione no profit per la diffusione della cultura del benessere, in quella regione che è diventata negli ultimi anni alfiere mondiale del benessere, quella Romagna rinomata per la cucina, per le attività fisiche e per quel concetto di vacanza legato non solo al riposo ed al divertimento, ma al ripristino dell’energia psicofisica, dove paesaggio e cultura turistica sono le fondamenta della filosofia dell’accoglienza di quella terra.

Leggi il resto di questa voce

Wellness Valley: una valle del benessere.

Standard

Quando nel 2002 Nerio Alessandri, fondatore e presidente di Technogym, azienda leader mondiale nel campo della produzione di attrezzature sportive e per il tempo libero, parlò per la prima volta del suo progetto per la creazione di una Wellness Valley nel cuore della Romagna, lasciò sbigottiti molti, ma la sua idea doveva dimostrarsi vincente.

technogym-wellness-valley-3

La proposta, decisamente rivoluzionaria per quel tempo, fu lanciata dalle pagine de Il Resto del Carlino, in un’intervista in cui Alessandri chiariva quale fosse la sua idea di wellness: un benessere non solo fisico, ma anche della mente e dello spirito.

La Wellness Valley che sognava doveva essere un territorio in cui strutture sportive, associazioni culturali, imprenditori del settore agro-alimentare, strutture ricettive e amministrazioni comunali collaboravano per rendere la vita più piacevole possibile sia ai cittadini che ai turisti.

Leggi il resto di questa voce

Febbraio: iniziano le prenotazioni degli alberghi

Standard

Per vivere la vacanza d’estate al mare sono possibili diverse soluzioni d’alloggio, dalla settimana in campeggio a quella in albergo.
Ipotizziamo come possa essere la vacanza di un campeggiatore in una tipica località balneare italiana, proprio accanto al mare. La solita spiaggia di sabbia, una non tanto bella piscina, un fatiscente bar, e poco più avanti uno di quei ristoranti che emanano odore di frittura sia a pranzo che a cena. Insomma, non un campeggio da sceicchi. Oltretutto potrebbe trovarsi a fronteggiare un caldo torrido, trovando riparo dal calore implacabile del sole posizionando la propria tenda sotto due grandi alberi, dei pini marittimi. Spesso ci sono intorno ai 34 gradi, e più caldo ancora nella tenda per via dell’effetto serra! Cosa si deve aggiungere? Si capisce che non è una vacanza con i fiocchi. Adatta a chi ha voglia di avventura e grande spirito di adattamento.
Il campeggiatore potrebbe invece trasformarsi in un comune turista di città deciso a trascorrere le proprie vacanze in un comodo albergo, meglio se situato vicino al mare. Meno avventura, più comfort! In questo caso si affida alle recensioni on-line, per selezionare una lista di possibili alberghi da contattare.
Secondo quanto abbiamo scoperto grazie all’hotel Mirafiori di Jesolo Lido quel tipo di vacanziero spesso decide di prenotare il soggiorno con largo anticipo, unendo un discreto risparmio.

Vola in Val d’Elsa per un vacanza alla scoperta dei piaceri della Toscana

Standard

Ideale sia per programmare un soggiorno con tutta la famiglia che per un weekend romantico con prenotazione last minute, la Val d’Elsa è una delle destinazioni più consigliate dalle guide internazionali per andare alla scoperta delle meraviglie toscane.

san-gimignano-val-d-elsa

La zona è strategica sia per visitare città d’arte che attirano visitatori da tutto il mondo, come Firenze, Pisa e Siena, sia per raggiungere gli incantevoli borghi medievali di Montaione, Volterra, San Giminiano e San Miniato.

La scelta migliore per tenere a portata di mano tutte queste destinazioni è trascorrere le vacanze in Toscana presso un’azienda agricola o in un’accogliente casa vacanza, comoda per visitare il cuore della regione. Generalmente questi complessi turistici sono casali dell’inizio del secolo scorso ristrutturati per offrire tutti i comfort di un’accoglienza di lusso, pur mantendo l’armonia con le bellezze del contesto naturale che li circonda.

Passeggiate ed escursioni in mountain bike o a cavallo fra i colori delle colline della meravigliosa campagna fiorentina saranno la scusa perfetta per riposarsi sostando presso uno dei tantissimi ristoranti e locande della zona, dove abbandonarsi alla degustazione dei prodotti tipici del territorio.

Fra i vantaggi di un soggiorno in azienda agricola non va infatti trascurata la possibilità di approfittare di un ricchissima offerta enogastronomica: frutta e verdura di stagione coltivate in fattoria, olio extra vergine di oliva di altissima qualità, oltre alle diverse varietà di vino acquistabili in cantina, dai rossi del Chianti, ai bianchi toscani, al celebre Vinsanto.