Vacanze sicure in Sardegna

Standard

Vacanze sicure sia in spiaggia che durante la navigazione, è questo l’obiettivo degli amministratori e degli operatori turistici della Sardegna per l’estate 2013. Ecco perché sono stati preparati e diffusi circa 150mila opuscoli informativi nei quali sono in sostanza riassunti gli obiettivi di “Sicuri al mare/Sicuri in barca in Sardegna”, una iniziativa promossa per il secondo anno consecutivo dall’assessorato regionale del Turismo in sinergia con le Direzioni marittime del Nord e del Sud Sardegna, indirizzata a tutti i turisti.

Una iniziativa che evidenzia ancora una volta l’importanza che la sicurezza ricopre sia per il comparto ricettivo, quindi per hotel, sia per quanto concerne i trasporti, riferendosi quindi sia ai traghetti per la Sardegna sia alle imbarcazioni private.

Tra le novità più importanti di quest’anno c’è da segnalare la copertura totale del perimetro delle coste sarde, grazie alla cooperazione tra la Direzione marittima del Sud Sardegna e del Nord Sardegna. Per promuovere la cultura della sicurezza saranno inoltre distribuiti più di 150mila flayers promozionali nei quali sono illustrati una serie di consigli molto utili per tutti i bagnanti, relativi ai comportamenti da tenere in spiaggia e in mare.

Sicuri in barca Sardegna.jpg_650L’assessore al turismo Luigi Crisponi, ha così commentato l’iniziativa:

“Prevenzione e accoglienza garantite dall’attenta e capillare attività di vigilanza delle Direzioni marittime, sono i cardini dell’iniziativa; intendiamo offrire maggiore sicurezza cosicché bagnati e diportisti possano godere delle bellezze naturali della Sardegna con serenità. Si tratta di un’azione sinergica che si traduce materialmente in un vademecum di comportamenti e di regole da tenere per la balneazione e la buona navigazione: un’ideale stretta di mano verso i nostri ospiti, un concentrato di suggerimenti e di buon senso”.

Il comandante della Direzione Marittima del Sud Sardegna, Vincenzo Di Marco, ha poi aggiunto:

“Senso civico e rispetto degli altri e, soprattutto, di sé uniti alla capillare divulgazione di informazioni in merito alla sicurezza in spiaggia e in mare, sono decisive nell’ambito dell’attività che dobbiamo assicurare: la prevenzione, infatti, vale almeno il 50% dell’efficacia del nostro lavoro. La stretta collaborazione con la Regione ci vede attivamente partecipi non soltanto nella divulgazione di informazioni, ma anche nell’attività di accoglienza e ‘formazione’ di chi usufruisce in vari modi del mare”.

La sicurezza sia in spiaggia che in barca saranno quindi la priorità per la Sardegna che, non a caso, è stata eletta dai turisti stranieri come la regione più sicura d’Italia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...